Seguici sui social
Ciaocrotone –  header skin

Amarcord

Amarcord | Ivan Moschella: «Crotone pagina indelebile della mia carriera»

Michele Affidato- Banner News

Amarcord | Tre stagioni da protagonista, due delle quali culminate con delle promozioni nella categoria superiore. Un crotonese adottivo, un calciatore che ha vissuto successi con la maglia del Crotone prima da calciatore e successivamente da membro dello staff rossoblù.

Si tratta dell’ex difensore Ivan Moschella, che a Crotone ha conosciuto alcuni dei momenti sportivi più belli ed emozionanti della sua carriera. Uno dei sicuri protagonisti dei primi anni della gestione della famiglia Vrenna, in un momento storico di ascesa del calcio crotonese.

«A Crotone sono arrivato con la squadra militante nel torneo dilettantistico. Al mio arrivo però c’era una società giovane ma con voglia di emergere. Già in quel periodo si parlava di un’ipotetica Serie B. Il progetto Crotone nasce da lontano, la famiglia Vrenna ci ha sempre creduto».

Un facile e rapido ambientamento a Crotone.

«Io mi sono trovato a Crotone grazie ad un amico che conosceva il diesse, fece il mio nome e dopo una valutazione arrivai in rossoblù. Dopo alcune stagioni un pò difficili con gli squali sono riuscito a rilanciare la mia carriera».

Il primo anno la promozione con mister Giordano.

«Si, il primo anno vincemmo il campionato. Tutti ricordano la gara di Locri ma io ne ricordo una altrettanto importante, quella di Caltagirone dove ebbi la fortuna di fare gol. In quella stagione sono riuscito a siglare sette reti, di cui uno da molto lontano proprio a Caltagirone, una rete ancora ricordata dai tifosi del Crotone».

La stagione successiva, una nuova promozione questa volta al termine dei Play-Off.

«Un campionato vissuto con il tecnico Morrone. Una squadra con valori importanti. Siamo partiti come la classica squadra che punta alla salvezza e poi, invece, siamo riusciti a centrare il salto di categoria».

La gara decisiva quella del “Via del Mare” contro il più quotato Benevento.

«Un match di grandi emozioni, una gara con una cornice di pubblico da categoria superiore. Ricordo lo stadio pieno, i tifosi rossoblù presenti e quelli ospiti. Quel match è ricordato anche per il mio gol su rigore, e ad essere sincero non ero io il rigorista in quella stagione. Per fortuna siamo riusciti a ribaltare il risultato che ci vedeva sotto, una grande gioia per tutti, per noi e per i tifosi ma anche per la dirigenza che ci ha creduto».

L’annata successiva una terza stagione di profilo inferiore con la salvezza con i tecnici Russo e Silipo.

«Non siamo riusciti forse ad esprimerci al meglio. Con qualche accorgimento avremmo anche potuto fare di più. Rimane comunque il lavoro fatto, la rosa creata che ha gettato le basi, la stagione successiva ad un nuovo salto di categoria dalla Serie C1 alla Serie B ma con mister Cuccureddu, dove io però non ero più presente in rosa».

La carriera ha portato Ivan Moschella anche ad ottenere successi con il Crotone ma con una veste differente, come membro dello staff della Prima Squadra.

«Sicuramente anche questa parte della mia carriera è stata importante. Ho partecipato a diverse annate, conquistando anche due promozioni in Serie A. Mi sono occupato dei giovani come tecnico della Primavera oltre ad ottenere una presenza da allenatore in prima squadra quando ci fu l’avvicendamento tra Stroppa e Oddo guidando la squadra a Lecce».

Ora Ivan Moschella attende una nuova chance professionale.

«Lo scorso anno ho ricoperto il ruolo di vice di Occhiuzzi, questa stagione ho allenato il Trapani. Ora rimango in attesa di una chiamata. Allenare il Crotone? Diciamo che già un gettone lo posseggo, sarebbe bello e rappresenterebbe la degna conclusione di un percorso sportivo e professionale».

La rosa della stagione 1998-1999

Vitale (p), Porchia (p), Piazza (p); Anellino (d), Aronica (d), Carabetta (d), Della Bona (d), Di Rocco (d), Erra (d), Logiudice (d), Moschella (d), Olivo (d), Parise (d), Sibilano (d); Fialdini (c), Grieco (c), Quaranta (c), Quarta (c), Russo (c), Salerno (c), Sciannimanico (c), Tondo (c); Ambrosi (a), Barrucci (a), Caputo (a), Di Giannatale (a), Frisenda (a), Pasino (a), Guido (a), Tortora (a).

Una delle formazioni della stagione 1998-1999


[maxbutton id="2"]
CLICCA PER COMMENTARE

You must be logged in to post a comment Login

Lascia un commento

CLASSIFICA SERIE C

SONDAGGIO

ALTRO IN Amarcord